Home > Casino pio iv pianta

Casino pio iv pianta

Casino pio iv pianta

La casina di Pio IV , nota anche come casino o villa Pia , è un edificio che si erge all'interno dei giardini Vaticani della Città del Vaticano. Alla morte del pontefice, l'edificio fu portato a termine nel sotto Pio IV , che ne fece un ambiente di ricreazione e rappresentanza. Per questo, l'architetto dovette tener conto dei molteplici caratteri della palazzina, che avrebbe dovuto conciliare gli aspetti bucolici del luogo al rigore consono al ruolo del pontefice. Il risultato fu un edificio di gusto manierista , estremamente decorato mediante statue moderne e antiche, sculture e pitture. È formato da due edifici anteposti e distinti, il primo dei quali, rivolto ai palazzi Vaticani , è una sorta di ninfeo fronteggiato da una fontana, ornato da mosaici e nicchie con statue e rilievi antichi, oltre che da una loggia dorica aperta nella parte superiore.

L'edificio maggiore, raccordato all'altro da una piazzetta ovale, murata e decorata da una fontana, mosaici pavimentali e due padiglioncini laterali coi portali d'ingresso, presenta una facciata decorata da stucchi ornamentali e figurati tra il moderno e l'antico, secondo un gusto ripreso qualche tempo dopo dalla facciata interna di villa Medici. Altri progetti. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Altri progetti Wikimedia Commons. Portale Architettura.

Pan, raffigurato a sinistra in stato di evidente eccitazio- tonica e corporea di quella attuale e avrebbe evitato ne erotica, insegna a suonare il flauto a un seducente giovane, posto a destra: Lo stesso ordine gigante avrebbe sostenu- Nel terzo piano della facciata le nicchie proseguono in vere finestre e le tre finestre della galleria in vere nic- to anche i frontoni della Loggetta. Ligorio aggiunse due colonne trabeazione poco organicamente e penetrano nel piano intermedio. Neppure aggiungendo il piano superiore e gli annessi laterali Ligorio pro- no del Casino appare ancor più tozzo di quello di Palazzo Massimo alle Colonne di Peruzzi.

Nei piani segue gli ordini del corpo del vestibulum. Egli fa giungere il piano inferiore fin sotto le finestre del piano supe- superiori le tre campate interne, non più suddivise da colonne, rinforzano ulteriormente il carattere domi- riore e limita la sua articolazione a un bugnato liscio di stucco bianco simile a quello che stava impiegando nante del centro. Il piano intermedio nasconde la volta a botte del vestibulum, un vuoto sopra a questa che nella contemporanea ristrutturazione del Cortile delle Statue in Vaticano.

VI e la zona dei parapetti del terzo pia- 1,5 palmi e lunghe 4 palmi ricorda quello della Curia imitato già da Giulio Romano, Peruzzi e altri. Le no. Lesene prive di basi e capitelli, più strette e non esattamente allineate, proseguono le colonne quadran- ventuno file del pianterreno e la cornice liscia alta quasi quanto una bugna stabilivano un rapporto di circa golari del pianterreno. Le trabeazioni ridotte a fregi ornamentali aggettano sopra il settore centrale. Quella 1: Sopra le finestre circolari della scala le bugne del cortile di Palazzo Marino a Milano Tommaso Marino, uno dei banchieri del Papa, aveva iniziato la sono curvilinee e nelle chiavi radiali delle finestre sono piegate come nei palazzi di Raffaello.

Infatti, essendo e per i suoi successori: Per giun- come fosse una finestra, spiccano il volo due angeli che, come a Palazzo Borromeo in via Flaminia e presso gere a questo esito, la superficie parietale del vestibulum fu rivestita di mosaico policromo, benché i soggetti al- altre committenze di Pio IV, alludono al suo secondo nome di battesimo. Le nic- sostare anche nelle serate più fresche o nelle stagioni meno miti. La trabeazione interna corrisponde ora a quella esterna, il fregio è molto più basso, la volta è sopraelevata e i piedistalli delle edicole che decorano i lati della volta sono tettoni- camente sostenuti da una serie di mensole.

Il fronte del Ninfeo fu esteso alla larghezza di cinque campate e articolato in un ritmo trionfale tav. Per via della loro trabeazione tripartita, tali colonne rappresentano un ordine più completo dei pilastri ango- lari, ma non sono allineate con gli intercolunni del sottostante Ninfeo. Villa Giulia, alzato del cortile, dettaglio. Il colonnato centrale del fronte verso valle corrisponde al colonnato del fronte opposto della Loggetta: Sopra il vestibulum è collocata la La facciata esterna della Loggetta presenta la combinazione di tre ordini di altezza, spessore e completezza galleria, tipologia francese introdotta a Roma poco prima e unico ambiente a volta del piano superiore a es- diversi.

Con le sue cinque finestre, la galleria gode di una truviana. Sui fronti laterali della Loggetta, le colonne quadrangolari non sono raddoppiate come sui lati del vestibulum Il pianterreno del Casino trova corrispondenza nella Loggetta che sembra sia stata realizzata solo successiva- e sulla veduta di Santi di Tito i grossi pilastri del fronte verso valle non trovano un contrappeso in corrispon- mente figg. Le lesene angolari e quelle dei prospetti laterali svaniscono dietro cariatidi con capitelli io- opere di Giulio Romano come Palazzo Stati-Maccarani e Palazzo Te Conferen- vitruviani più ortodossi, ma anche lo stesso Michelangelo: Del resto, la Loggetta è forse il pri- delle due logge: X, tile ligoriano non presenta uno schema stellare né radiale, ma assiale.

Sotto il pro- opposto e il suo asse trasversale avrebbe dovuto aprirsi in propilei laterali. Cer- chie per statue che ricordano gli androni di Raffaello e Sangallo tavv. Tale parete, sorta per proteggere il cortile da eventuali intrusi, risulta visibile dietro le spallie- re del banco e presenta varie nicchie che hanno un ritmo più serrato rispetto a quello dei lati del Casino e do- vevano accogliere alcune delle numerose statue del Papa tavv. Neppure la loro altezza corrisponde a nessuno degli altri ordini: La cornice inferiore del frontone è poi ridotta al minimo e aggetta sopra le paraste.

Il fregio è invece insolitamente alto per permettere alla vol- ta a botte schiacciata di penetrare nel fregio stesso. XXXIV Anche la decorazione interna dei propilei supera, come anche nel caso della Loggetta, la qualità di quella del Casino, riuscendo al tempo stesso a collegare virtuosamente il sistema tettonico delle nicchie a edicola con la raffinata ornamen- Osservando il Casino da b, 11 , Lorenzo Rumori per le fotografie della cisterna fig. Wurm Seicento di un progetto di Ligorio non ancora elaborato in ogni det- , p. Sulle vedute di Santi di Tito e del Dupérac del la villa sembra ancora circondata dagli alberi 4 Ibid.

Per i compensi ricevuti da Ligorio, 37 Id. Losito, Regesto, II, 1. III, 51, tav. Frommel, in corso di stampa c. Houghton Brown Losito, Regesto, I, 1. Fagiolo e Madonna a e zioni di stucco, ma anche i suoni e profumi dei giardini. Smith ; nonché i contributi di Fagiolo, Madonna e Volpi nel 9 La scoperta del palinsesto nella iscrizione della facciata del Casino presente volume. Occhipinti, in questo volume. Smith , p. Castelletti, in questo volume. Nel corso di circa quattro anni la villa 15 Frommel, in corso di stampa b. Le tante incongruenze emerse sui lati secondari del Ca- 17 Ibid. Ligorio avrebbe forse preferito una tipologia architettonica ancor più classicheg- 19 Figg.

XI risultano solo parzialmente corretti. Campitelli, in questo volume. Certamente Ligorio 23 Su Villa Giulia, cfr. Coffin , pp. Fagiolo e Madon- avrebbe anche preferito proseguire il programma iconografico a soggetto allegorico e paganeggiante negli am- pp. Borghese Coffin bienti interni, come nella maggior parte delle ville precedenti, ma il capo della Cristianità volle manifestare 25 Losito, Regesto, II, 4.

Al proposito cfr. Ranaldi , pp. Egli non si occupava tanto di statue, stucchi, fontane e giardini, quanto di ordini architettonici e di grandiosi traccia- ti assiali; inoltre non era un artista erudito e universale come Ligorio, né aveva un carattere altrettanto corti- giano.

Giardini Vaticani

Nel incominciò a restaurare, abbellire e mobiliare il casino di Pio IV, che bellissime piante d'agrumi su piedestalli, disposti simmetricamente, spalliere di. Nel foglio 15r è raffigurata la pianta della loggia sovrapposta al .. C. L. Frommel , Pirro Ligorio e l'architettura del Casino di Pio IV, in La. Sotto al bosco Paolo IV, con ben intesa architettura di Pirro Ligorio incomineiò un casino, già ideato da Giulio II., compito poi dal successore Pio IV. Nel incominciò a restaurare, abbellire e mobiliare il casino di Pio IV, che come poi dirò Sono pure d'ornamento gran vasi con bellissime piante. PAOLO IV () E PIRRO LIGORIO () La Casina di Pio IV Ricostruzione ipotetica della pianta e dell'alzato del Casino Innocenzo VIII e. La sede dell'Accademia è presso la Casina Pio IV, nella Città del Vaticano. Completata nel come residenza estiva per Papa Pio IV e circondata dagli. I restauri e le alterazioni del Casino di Pio IV da Pio V a Gregorio XVI di Paolo IV in Vaticano. Nel luogo in cui Ligorio nella Pianta di Roma antica indica.

Toplists